ASCENSIONE DEL SIGNORE 


 “..di questo voi siete testimoni.”  (Lc.24,46-53)

Cristianesimo “religione del libro?” No, della testimonianza.

Cristianesimo religione del libro è una definizione tanto diffusa quanto inappropriata, il Cristianesimo non è quello che Gesù ha detto, ma è Gesù stesso che per la sua divinità noi crediamo vivo. Si può dire quindi che nella teologia cattolica la Parola (Cristo) precede, accompagna e supera la Scrittura.

Nonostante il ruolo centrale della Sacra Scrittura, la fede cristiana non è nata dal “libro”, che è anzi un suo prodotto.

La Sacra Scrittura infatti, per la fede cristiana, è Parola di Dio, ma in che senso? Non essendo la Bibbia il prodotto di una dettatura (come è creduto il Corano), ma di un’ispirazione, essa sottintende una mediazione umana. Quindi la Scrittura esige di essere interpretata, fede e ragione sono presupposti indispensabili nel credere; non è direttamente Parola di Dio, ma lo diventa nella Chiesa.

Parola di Dio è un fatto di storia (testimonianza degli apostoli), non un insieme di verità da credere, Gesù non è il fondatore, ma è il fondamento della Chiesa.

La fede inoltre non è semplicemente umana del tipo possiamo farcela da soli. “Nessuno può venire a me se il Padre che mi ha inviato non l’attira”. (Gv.6,44)

Buona Domenica