X  – DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO ANNO B

“.. ho avuto paura, perché sono nudo, e mi sono nascosto.” (Genesi 3,9-15)

La sessualità intesa come uno scambio di doni che infrange il falso incanto dell’autosufficienza, è cosa bella e buona voluta da Dio e lasciata alla responsabilità degli uomini; perché allora c’è la paura della nudità?
Certo non ogni violenza è di origine sessuale, e il desiderio non necessariamente si esprime mediante la violenza, ma desiderio e violenza si richiamano costantemente l’un l’altro e questo lo sappiamo tutti.
L’attuale banalizzazione della sessualità ha portato poi ad una schizofrenia (separazione) nella relazione, nei sentimenti e l’incontro sessuale.
Oggi l’interlocutore abituale è diventato l’individuo singolo non il gruppo famigliare e non stupisce più la contestazione radicale del matrimonio come istituzione.
Il paradosso poi della vita attuale è che si è felici se si è come tutti.
Io sono felice e sono cristiano!

Buona domenica