Le mie pecore  ..  io le conosco ed esse mi seguono.”

(Gv. 10-27-30)  

Nell’Antico testamento Dio stesso viene rappresentato come un pastore:Il Signore è il mio pastore non manco di nulla” (Sal.23,1), un pastore speciale che lascia le 99 pecore nel deserto (Matteo dirà sui monti) per andare, non sa nemmeno lui dove, in cerca della pecorella smarrita.

Il senso non è lasciare le 99 pecore al sicuro, ma per il Signore anche l’ultimo peccatore (la pecorella smarrita) è importante, ma solo Dio, il buon pastore del Vangelo di oggi, si comporta così; il nostro Dio fa piovere sui giusti e sugli ingiusti, “Il Signore vuole che tutti gli uomini si salvino..”. (Timoteo 2,4)

Questa è la bellezza della proposta cristiana.

Gesù non è venuto a togliere, a costringere, ma ci guida a pascoli sani, belli, gioiosi, eterni .. la fiducia è l’anima dell’amore e amore è l’unica fonte della felicità vera, la realizzazione dell’umano; chi non ama non coglie la verità sull’uomo.

Buona Domenica