DOMENICA XXXIV anno B – Solennità di Cristo RE.
..Pilato disse a Gesù: ”Dunque tu sei re?” … ”
(Gv.18,33b-37)

Due poteri, uno di fronte all’altro: Roma e Gesù.
Chi dei due è capace di realizzare l’umano e così dare storia e senso alla vita dell’uomo? Roma, immagine del potere politico del mondo, circondata dalle sue legioni, prigioniera delle sue paure politiche ed economiche, oppure Gesù, un re disarmato che indica all’uomo l’unica verità per l’uomo: l’amore, amore verso gli uomini, gli animali, i sassi, le piante, la natura tutta.
Allora festeggiamo questo Signore “Re dell’Universo” perché la sua legge dell’amore è universale, è per tutti coloro che desiderano aprire il cuore e scoprire che solo l’amore donato è pienezza di vita.
Signore, venga il tuo regno.

Buona domenica