Commento domenicale 03/10/2021

Pubblicato da Edoardo Amadio il

DOMENICA   XXVII T.O. B

“Siano essi una cosa sola”  (Mc.10, 2-12)

Oggi, in tema di morale, anche tra i cristiani sembra esserci una corsa a chi è più tollerante… si vorrebbe che tutto sia permesso e che tutto sia lecito quasi che il “così fan tutti” sia il metro per giustificare.

Si vorrebbe che anche la Chiesa e la sua predicazione seguano il corrente pensiero della società post moderna, per non trovarsi con le chiese vuote, quando sono proprio le Chiese più aperte ai cambiamenti a trovarsi in profonda crisi di partecipazione. In qualsiasi caso non è una maggioranza che può stabilire una regola “morale”.

Il Papa, anche in questi giorni, è stato chiaro in alcuni punti: “Il matrimonio è tale se tra un uomo e una donna”; “Un figlio dev’essere frutto di un atto d’amore”; “L’aborto è un delitto” … sottolineando con un atteggiamento paterno che c’è tutto lo spazio, prima e dopo, per la carità cristiana. Tutti questi fatti di vita sembrano essere nella predicazione cristiana l’utopia di un mondo che non esiste più, ma la Chiesa solo così può predicare: sottolineando la perfezione per l’uomo, anche se sembra utopia. Rendere successivamente, “giusto”, da ius-legge, lo stare anche appena sotto, sarà compito della riflessione antropologica, culturale o politica, ma la Chiesa, il Papa non può che indicare il massimo della bellezza e della perfezione che Dio stesso ha voluto per l’uomo: “siano essi una cosa sola”.    

Buona domenica

Categorie: Commenti domenicali

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.