Commento domenicale 06/09/2020

Pubblicato da Edoardo Amadio il

XXIII del Tempo Ordinario anno A

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Se il tuo fratello commetterà una colpa contro di te, va’ e ammoniscilo fra te e lui solo; se ti ascolterà, avrai guadagnato il tuo fratello.
  

(Mt. 18,15-20)

Oggi il Vangelo ci parla della “correzione fraterna” e noi cogliamo l’occasione della sottintesa necessaria confidenza che si deve avere con l’altro per riflettere su questo ulteriore dovere di parlare, di comunicare, di aprirsi al dialogo con gli altri.

Dopo aver interrogato il cuore, tu và e parla, tu, fa il primo passo, non chiuderti in un silenzio ostile, non fare l’offeso, ma sii tu a riallacciare la relazione. 

E se non ci adoperiamo in un modo o nell’altro affinché questo avvenga, il Signore ce ne domanderà conto e non potremo rispondere come Caino: “Sono forse io il guardiano di mio fratello?”.

Buona Domenica

Categorie: Commenti domenicali

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.