Commento domenicale 07/06/2020

Pubblicato da Edoardo Amadio il

FESTA DELLA SANTISSIMA TRINITA’     anno A

Non c’è Chiesa senza la Parola di Dio, vero corpo di Cristo, non senza la presenza di Cristo nell’altro… “l’avete fatto a me”. (Mt.25,31-46)

Oggi ci chiediamo: “che cosa ci è mancato di più come cristiani .. in questo lungo periodo di “lockdown”?

Dalla storia del cristianesimo in Giappone:  “… senza sacerdoti e senza chiese, i cattolici si organizzarono da soli:

  • il capovillaggio dirigeva la comunità, stabiliva le solennità religiose in base al calendario cristiano e conservava i libri sacri;
  • il catechista insegnava ai bambini;
  • il battezzatore amministrava il primo sacramento;
  • l’annunziatore visitava le famiglie per annunciare la domenica, le feste cristiane, i giorni di digiuno e di astinenza.”

Il 24 febbraio 1873 il governo giapponese abrogò l’editto di persecuzione, risalente al 1614. Dopo 250 anni i cristiani rimasti uniti nella fede attorno alla Parola di Dio, con la sorpresa dei primi missionari allora arrivati, uscirono dalle loro case, la Chiesa era viva e Cristo era con loro.

Si può mantenere la fede anche senza la vita liturgica della Chiesa? Nei primi secoli e sempre nei periodi di persecuzione non c’è vita liturgica; fede anche senza i sacerdoti? In terre di missione, vedi l’Amazzonia, scarseggiano i presbiteri; Fede anche senza l’eucarestia? La storia degli eremiti o dei monaci del deserto racconta che vivevano a lungo senza eucarestia. Allora, “.. se vengono a mancare le condizioni per la celebrazione eucaristica la fede non va perduta e più che mai i fedeli sono chiamati a vivere il culto come offerta delle loro vite e dei loro corpi, nella cura, nell’amore, nel perdono dei fratelli”  (Papa Francesco)

“Nella Chiesa il ministero è di qualcuno, il sacerdozio è di tutti.” (Giuliano Zanchi teologo). Allora oggi ci chiediamo: “che cosa ci è mancato di più come cristiani .. in questo lungo periodo di “lockdown”? Una risposta, la troviamo nell’omelia dell’Ascensione, di Don Stefano.

Buona domenica

Categorie: Commenti domenicali

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.