Commento domenicale 09/01/2022

Pubblicato da Edoardo Amadio il

BATTESIMO DEL SIGNORE  anno C

“Ed ecco, mentre tutto il popolo veniva battezzato e Gesù, ricevuto anche lui il battesimo, stava in preghiera, il cielo si aprì e discese sopra di lui lo Spirito Santo in forma corporea, come una colomba, e venne una voce dal cielo: “Tu sei il Figlio mio, l’amato: in te ho posto il mio compiacimento”.  (Lc.3,15-16.21-22)

Su Gesù si posa una colomba, lo Spirito Santo. Lo aveva detto Isaia: “Su di lui (il messia) si poserà lo Spirito del Signore”. (Is.11,2).

Quella stessa colomba (a simboleggiare lo Spirito di Dio) aleggiava sopra le acque del nulla prima della creazione del mondo (Gn.1,2), quella in alto sul mosaico del nostro battistero.

Anche noi col rito del Battesimo abbiamo ricevuto lo Spirito Santo “Dio onnipotente, Padre del nostro Signore Gesù Cristo, vi ha liberato dal peccato e vi ha fatto rinascere dall’acqua e dallo Spirito Santo”, che ci inserisce nella Chiesa, corpo di Cristo. Inseriti in Cristo si realizza per noi la “salvezza”.

Il Battesimo quindi è il come della nostra salvezza, ma San Paolo ci racconta anche un’altra storia della salvezza: Siamo stati pensati, cullati, da un grande amore ed è per quell’amore che la vita c’è: “Eravamo nella mente di Dio ancor prima della creazione del mondo per essere santi ed immacolati al suo cospetto.. predestinandoci ad essere suoi figli adottivi” (Efesini 1,4). Quando il Signore Dio nel suo grande amore aveva pensato all’uomo, a me, aveva già pensato alla nostra salvezza (predestinandoci ad essere suoi figli adottivi) prima della creazione del mondo, prima di Adamo, prima del peccato e a ricordarcelo è proprio quella colomba nel mosaico sopra il Battistero della nostra bella chiesa di San Giuseppe.

Buona domenica

Categorie: Commenti domenicali

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.