Commento domenicale 10/07/2022

Pubblicato da Edoardo Amadio il

Domenica XV  T.O. anno C

Chi è il mio prossimo? Parabola del buon samaritano

(Lc 10,25-37)

Come a quel fariseo, Gesù chiede a tutti noi: “Cosa sta scritto nella Legge? Ma tu come leggi?” Dobbiamo andare oltre la paura di contaminarsi (il levita e il sacerdote passano oltre) perché dei dogmi della fede o della morale possiamo anche sapere tutto, ma a salvare quell’uomo è stato uno che oggi nemmeno metterebbe piede in una Chiesa.   

Ad una corretta risposta il fariseo, esperto conoscitore della legge, mai ci sarebbe arrivato, e nemmeno noi, se non ci mettiamo nei panni di quel malcapitato sulla strada da Gerusalemme a Gerico, per riconoscere che a salvarlo è stato proprio uno straniero.

Evidentemente conoscere la legge o la Bibbia non è conoscere Dio creatore e finché non avremo scoperto il vero volto di Dio, Gesù appunto, non potremo scoprire il vero volto del prossimo.  La parola amore allora resterà ancora un concetto vuoto e solo un tema di discussione e oggetto di studio.

La via d’uscita è solo il riconoscimento dell’immensa misericordia, usata da Dio a noi, a tutti, nelle forme più disparate per poi sentirsi dire: “Và e anche tu fa lo stesso”.  (Lc 10,37b)

Buona domenica

Categorie: Commenti domenicali

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.