Covid: scuola di convivenza intelligente e sensibile!

Pubblicato da emme il

Capita qualche volta che all’invito di occupare in chiesa i posti più vicini all’altare qualcuno risponda in maniera maleducata ai volontari del servizio d’ordine che esercitano quel ruolo per garantire che tutto avvenga senza intoppi. Occupare i posti davanti e via via gli altri ha un senso. Significa consentire di non disturbare la celebrazione quando è cominciata per dover cercare un posto a chi arriva in ritardo. In chiesa possono entrare solo il numero di persone che essa può accogliere in risposta alle indicazioni ministeriali. Nessuno vuol fare il dittatore ma nessuno faccia il maleducato. Almeno in chiesa ci sia senso comunitario e rispetto del servizio di chi lo sta rendendo da parecchi mesi a questa parte. Risparmiamo loro la nostra maleducazione. Qualcuno indispettito se n’è anche andato. Pazienza! Quando ci mettiamo insieme dobbiamo pensare all’insieme, non ancora e solo a noi stessi. Covid: scuola di convivenza intelligente e sensibile!


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.