Preghiere dei fedeli – Domenica 2 maggio 2021 – V di Pasqua B

Pubblicato da emme il

+ Sorelle e fratelli, noi siamo i tralci uniti a Cristo. Chiediamo a Dio il dono di una vita fruttuosa: Ascoltaci, Signore.

Signore, tu sei la vite e noi i tralci, siamo la stessa pianta. Noi senza di te non portiamo frutto ma anche tu, senza di noi, non puoi portare frutto. Aiutaci, Signore, ad essere le tue mani, i tuoi occhi, i tuoi piedi, le tue braccia. Ti preghiamo.

In Nigeria ed in altri paesi africani gruppi terroristici stanno diffondendo violenza e morte. Ti preghiamo, Signore, per i nostri fratelli, tralci come noi della stessa vite, affinchè superate le difficoltà possiamo vivere in pace. Ti preghiamo.

Per ottenere il frutto migliore è necessario potare; oggi abbiamo tutti bisogno di potare il troppo che abbiamo perché il frutto dell’amore possa maturare: aiutaci, Signore, a comprendere che l’amore è spezzare il pane con gli altri, è accorgersi di chi ha meno di noi e dare una mano. Ti preghiamo.

Oggi vogliamo pensare anche ai frutti della terra che diventano nostro cibo: a causa dei cambiamenti climatici, dovuti all’inquinamento, la terra produce meno frutti sani. Signore, perché tutti facciamo scelte coraggiose volte alla salvaguardia di questa nostra casa comune. Ti preghiamo.

Stiamo celebrando la Festa dei lavoratori. Tanti qui e nel mondo sperimentano la precarietà dovuta alla mancanza di lavoro o al fatto che non sempre i diritti di chi lavora siano tutelati. A ciascuno sia garantito il frutto del proprio lavoro e chi non può lavorare sia trattato con dignità. Ti preghiamo.

Nella fede in questa settimana abbiamo salutato Giorgio. È per lui e per quanti ne stanno piangendo la partenza che ti preghiamo.

+ Per Cristo nostro unico Signore. Amen.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.